Scopri cosa ti aspetta!

ACCEDI | REGISTRATI

Galliano chez Zara

0
scritto da
10/01/2012
0
salva tra i preferiti

Anno nuovo, collaborazione nuova. Qual è’ il modo migliore per rilanciare uno stilista dopo un bel capitombolo di stile ed educazione? Una joint-venture con un brand low cost.

 

H&M docet e Pablo Isla nuovo direttore di Inditex, gruppo a cui appartiene Zara, dopo Amancio Ortega, non vuole essere da meno. Ma andiamo a svelare l’arcano: chi è il fortunato stilista protagonista di un co-branding tanto en vogue negli ultimi anni? John Galliano, niente meno che il pirotecnico pirata della moda, sarà il protagonista assoluto di questa capsule collection.

 

 

Effetto domino tra le grandi griffes e i brand di fast fashion. Dopo il successo della collezione Versace per H&M, di Costume National per Oviesse e in attesa di vedere la straordinaria collezione primaverile di Marni per H&M, gustiamoci questa notizia fresca di gossip.

 

È risaputo e forse ormai ritrito quello che è accaduto nel marzo scorso alla maison Dior. Orfana di John Galliano ha presentato l’ultima collezione del re ispirata alle poetesse maledette, conclusasi con l’uscita in passerella di tutto lo staff e le premieres in camice bianco. Il fragore di un grande applauso ha generato commozione mentre calava il sipario sull’era Galliano. Difficile da dimenticare.

Dal licenziamento chez Dior, all’annullamento del suo show autunno/inverno, 2011-2012, John Galliano non smette di stupirci. La sua concezione visionaria della moda, la sua teatralità, l’estro creativo che solo i grandi geni hanno, non è sepolto per sempre, ma tornerà presto a risplendere.

 

Pablo Isla, infatti, ha deciso di dare una seconda possibilità al designer, chiamandolo a disegnare due collezioni per Zara. Per rispondere alle critiche sulla scelta di Galliano, reo di aver fatto affermazioni antisemite e di aver inneggiato ad Adolph Hitler, ha glissato: “ le seconde occasioni non si negano a nessuno”.

 

 

Atto caritatevole, senza dubbio, ma non dimentichiamoci, che Galliano, non è il primo venuto, ha alle spalle una folgorante carriera da Givenchy e presso la maison di Avenue Montaigne al numero 30. Si è formato alla London Saint Martin’s School, il tempio della moda inglese, che ha dato i natali a stilisti del calibro di Alexander McQueen, Riccardo Tisci, Stella McCartney, Hussein Chalaya.

 

Il suo stile è inconfondibile, trae ispirazione dalla strada, dall’arte, e dalla storia. Dal new look di Dior, tipico delle gonne a corolla a vita alta, portate con basco e guepiere, alle donne Masai, dal clochard parisienne al marchese De Sade, il pirata della moda ha dato sempre spettacolo di sé. La collezione chez Zara non sarà da meno, e anzi avrà quel quid da non sottovalutare, il prezzo.

 

La fenice è pronta a rinascere dalle sue ceneri.

 

Gabriella
 

Potrebbero Interessarti

Commenti: 0
Condividi:
Per commentare il prodotto devi essere registrato.
Accedi o Registrati e prendi parte alle discussioni della nostra community!

Search Box

Daily Makeup

"Ombretto long lasting? Bagnate il pennello prima di applicarlo, tenuta assicurata!"

Dalla Community