Scopri cosa ti aspetta!

ACCEDI | REGISTRATI

Tattoo mania: una moda passata?

0
scritto da Flavia Dondolini
14/06/2012
0
salva tra i preferiti

C’è chi ne ha solo uno, chi invece proprio non riesce a smettere. Cuori, farfalle, scritte o tribali. I tatuaggi, dal momento in cui decidiamo di farceli, entrano a fa parte della nostra vita, diventando un segno, dotato di significato, stampato sulla nostra pelle per sempre.

Una moda diffusa tra giovani e meno giovani, ma anche un impedimento per chi spesso, durante la ricerca di un lavoro, si è visto penalizzare proprio per quel drago, teschio o stellina che gli spuntava fuori da magliette e camicie.

 

Così la percentuale di chi ricorre alla medicina estetica per rimuovere il tattoo è in continua crescita, in USA come in Europa. Prime fra tutte le celebs: Eva Longoria, Angelina Jolie, Johnny Deep, Jessica Alba, Megan Fox, Britney Spears, Paris Hilton e Melanie B, solo per citarne alcune. Amore finito? 

 

 

O semplicemente stanche di vedervelo addosso? La chirurgia estetica risolve il problema con il laser Q-switc, capace di lavare via tutto, sentimenti a parte. Unico handicap per il tatuato pentito, il salasso economico e le lunghe sedute a cui sottoporsi: dalle 5 alle 8 sedute dalla durata di 10-20 minuti, ad almeno un mese di distanza l’una dall’altra.

 

 

L’altra possibilità indolore, ancora poco sperimentata, arriva invece dall’America. Si chiama Rejuvi e promette di eliminare definitivamente il tatuaggio senza il rischio di lasciare cicatrici. Ecco come funziona: il prodotto viene assorbito dalle cellule pigmentate e si attacca al pigmento cancellandolo. Si inietta sul tatuaggio indesiderato con una pistola, simile a quella usata dai tatuatori per imprimere l’inchiostro, creando in seguito una piccola infiammazione del derma, che si sgonfia in circa 6-8 settimane portando via colore e disegno.


Prodotti miracolosi e interventi estetici a parte, se siete in procinto di farvi tatuare, evitate nomi di attuali fidanzati (a meno che, a storia terminata, non abbiate la fortuna di trovarne un altro con lo stesso nome!) ed evitate zone troppo visibili, soprattutto se andate ancora a scuola o se siete in cerca di lavoro. Sappiate, poi, che il giallo tende a sbiadire nel tempo e il verde è molto più difficile da togliere rispetto a nero, blu, rosso e marrone, mentre il bianco lascia sempre un alone, ma nell'arco di tre anni al massimo scompare pian piano da solo.

Detto ciò, pensate bene al disegno desiderato. Ha senso tornare indietro?

Potrebbero Interessarti

Commenti: 0
Condividi:
Per commentare il prodotto devi essere registrato.
Accedi o Registrati e prendi parte alle discussioni della nostra community!

Search Box

Daily Makeup

"Avete sfumato in maniera asimmetrica l'ombretto? Smorzate il tutto con un po' di fondotinta e riprendete la sfumatura."

Dalla Community