Scopri cosa ti aspetta!

ACCEDI | REGISTRATI

Marilyn Monroe - Un mito intramontabile

0
scritto da Miele Rancido
8/02/2012
0
salva tra i preferiti

Oggi sviamo l’argomento pin-up, passando per l’apice di un secolo, arrivando fino a lei: Marilyn Monroe.
Marilyn Monroe nacque l'1 giugno del 1926 a Los Angeles, sotto il nome di Norma Jeanse Baker Mortenson. Sua madre, affetta da gravi turbe mentali, fu costretta per molto tempo a svariati ricoveri ospedalieri, segnando così inevitabilmente l'infanzia e l’intera vita dell’attrice. La giovinezza di Marilyn fu molto travagliata e date le condizioni della madre, fu data in affidamento e passò buona parte della sua infanzia in diversi orfanotrofi.

 

Isolata a livello affettivo, a 16 anni decise così di sposarsi, per trovare qualcuno che potesse prendersi veramente cura di lei. Si sposò con il ventunenne James Dougherty, con il quale si lasciò dopo soli due anni. Marilyn lavorava presso un’industria aeronautica, dove fu notata dal fotografo David Conover, che la convinse a lanciarsi nel mondo della moda e della fotografia. Frequentò una scuola specializzata e iniziò a intraprendere la carriera di fotomodella.

 

 

Conquistò riviste, editoriali e cover, grazie alle quali fu notata dalla Fox e riuscì cosi a entrare anche a Hollywood. E’ l’anno del cambiamento( 1946): diventa bionda, divorzia, e cambia il suo nome, diventando Marilyn Monroe.
Inizia come comparsa in “Ladies of the chorus” nel 1949 e in “LoveHappy” nella stessa annata. Passa a Giungla d’asfalto nel 1950 e a “Eva contro Eva” nel 1952. In quell’anno diventò protagonista, in La tua bocca brucia. Da lì la sua ascesa ebbe inizio: “Niagara”, “Come sposare un millionario” e il famosissimo “Gli uomini preferiscono le bionde.

 

Nel 1954 si risposa con il giocatore di baseball Joe DiMaggio, ma l’anno successivo la storia finisce.  Si trasferì a New York per studiare e conobbe Arthur Miller, commediografo. Fu un colpo di fulmine, sia a livello professionale sia emotivo, tanto che nel 1956 convolarono a nozze e fondarono insieme la casa di produzione chiamata “Marilyn Monroe Productions”. Tante nuove fiamme si susseguirono tra loro, in maniera più o meno segreta, passando da Yves Montand, fino a Robert e John Fitzgerald Kennedy.

 

 

Nel 1960 vinse il Golden Globe come migliore attrice, dimostrando le sue caratteristiche e la sua determinazione al mondo intero. 

Intimamente però la sua stabilità psicologica vacillava, si stancava di tutto, sentendo la mancanza di qualcosa, aveva sempre bisogno di affetto. Iniziò ad alcolizzarsi ed abusare di barbiturici. Fu così che iniziò ad entrare e uscire continuamente dalle cliniche, destando scalpore e preoccupazione nei fans. Venne trovata morta il 5 agosto 1962, dopo l’ultimo film “Gli spostati”.

E’ da quel giorno che Marilyn divenne un mito, quello che vive ancora oggi.
 

Potrebbero Interessarti

Commenti: 0
Condividi:
Per commentare il prodotto devi essere registrato.
Accedi o Registrati e prendi parte alle discussioni della nostra community!

Search Box

Daily Makeup

"Volete un trucco che duri fino a sera? Usate della cipria trasparente dopo aver steso fondo e correttore."

Dalla Community